In Evidenza

logo.png

Sicurezza informatica

Stanno arrivando mail di phishing via Pec, relative alla fatturazione elettronica, con l’obiettivo di raccogliere informazioni da utilizzare per frodare il destinatario. Nel mirino ci sono soprattutto le caselle Pec di strutture pubbliche, private e di soggetti iscritti a ordini professionali.

truffe mail pecRicordiamo che le peculiari caratteristiche di un vero messaggio Pec dello Sdi, e cioè che:

  • il mittente è solo del tipo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. dove NN è un progressivo numerico a due cifre
  • il messaggio deve contenere necessariamente due allegati composti in accordo alle specifiche tecniche sulla fatturazione elettronica (pubblicate sul sito dell’Agenzia delle
    entrate).

Si consiglia di non aprire mail provenienti da utenze sconosciute o sospette che richiedono di modificare l’indirizzo di recapito per le successive comunicazione con il Sistema di interscambio e di cestinarle immediatamente.

Fonte

Un nuovo tipo di Malware sta girando in rete: principalmente colpisce dispositivi mobile quali smartphone e tablet.Smartphone foto

Si tratta di un reindirizzamento automatico che porta l'utente, che cerca di accedere ad un sito, su siti esterni il cui contenuto è solitamente pornografico o a carattere pubblicitario/divulgatorio.

Essi, inoltre, possono attivare anche servizi a pagamento sulla Sim Card del telefono in uso, i quali comportano costi elevati.

Di seguito le procedure per arginare questo problema e alcuni consigli utili...

 

Ricevere una email e scaricarne il contenuto è diventata un’attività che ognuno di noi compie ormai quotidianamente.index

In alcuni casi le email provenienti da mittenti sconosciuti o sospetti finiscono all’interno della posta indesiderata,

in altri, le email che riceviamo da mittenti conosciuti e che riteniamo

 attendibili potrebbero contenere dei virus, solitamente inseriti come allegati.

Attenzione alle e-mail truffa di pagamenti firmate Equitalia!

Logo Equitalia

Numerose sono le segnalazioni di utenti colpiti da virus sconosciuti in seguito all'apertura di un allegato spedito dalla famosa agenzia. 

Attenzione alle false e-mail in cui si fa riferimento a cartelle di Equitalia e che invitano a scaricare file o a utilizzare link esterni.

videos

L'Autorità Garante per la protezione dei dati personali ha varato nuove regole per i soggetti pubblici e privati che intendono installare telecamere e sistemi di videosorveglianza.
Sistemi integrati di videosorveglianza solo nel rispetto di specifiche garanzie per la libertà delle persone. Appositi cartelli per segnalare la presenza di telecamere collegate con le sale operative delle forze di polizia. Obbligo di sottoporre alla verifica del Garante privacy, prima della loro attivazione, i sistemi che presentino rischi per i diritti e le libertà fondamentali delle persone, come i sistemi tecnologicamente avanzati o "intelligenti". Conservazione a tempo delle immagini registrate. Rigorose misure di sicurezza a protezione delle immagini e contro accessi non autorizzati.

Il provvedimento generale, che sostituisce quello del 2004 e introduce importanti novità, si è reso necessario non solo alla luce dell'aumento massiccio di sistemi di videosorveglianza per diverse finalità (prevenzione, accertamento e repressione dei reati, sicurezza pubblica, tutela della proprietà privata, controllo stradale, etc.), ma anche in considerazione dei numerosi interventi legislativi adottati in materia: tra questi, quelli più recenti che hanno attribuito ai sindaci e ai comuni specifiche competenze in materia di incolumità pubblica e di sicurezza urbana, così come le norme, anche regionali, che hanno incentivato l'uso di telecamere.
Vai al sito del garante privacy

Studiodichiara.it fa uso di cookies tecnici, anche di terze parti. Navigando acconsenti all'uso dei cookies.